Gnocchi alla bava: se la fiamma traballa, la mucca è nella stalla e …

... e la voglia di un pranzo caldo, ricco, saporito e calorico si fa prepotente! Le conseguenze del buio e del freddo che l'inverno porta con sé (ma com'è che quest'anno è già arrivato?) nella Casetta del Merlo sono prevedibili: la stufa accesa, il maglione con le trecce di lana pizzicosa, riflessi rubino nel bicchiere e... Continue Reading →

C’era una volta la fata di Pontboset.

C'era una volta ... una fata. Viveva a Pontboset, un paesino della scoscesa Valle di Champorcher, dove qualche abitante più anziano ancora racconta di averla incontrata ... durante la messa domenicale. Eh sì, perché era proprio mentre il campanile spandeva le sue note tra il Sanctus e la Comunione che la fata, forse un po'... Continue Reading →

Una bella sorpresa.

Non c’è nessuna forma d’arte come il cinema per colpire la coscienza, scuotere le emozioni e raggiungere le stanze segrete dell’anima. (Ingmar Bergman) Oggi è capitato. Ad Aosta, sotto gli archi illuminati del teatro romano, dove cinema e musica si sono dati la mano: una vecchia pellicola muta oggi ha richiamato voci di terre lontane e... Continue Reading →

Le seadas del bacanotto.

Gli italiani, si sa, non sono un popolo stanziale. Non so se esista un angolo di mondo in cui non si riesca a trovare almeno un piccolo gruppo di connazionali, arrivati chissà come e chissà quando, ancora capaci di fare due chiacchiere nell'idioma nostrano e magari di offrirci anche un caffè (preparato con la moka).... Continue Reading →

La mia bici e il risotto fiorito con ortiche, patate di montagna e toma.

Mi è sempre piaciuto andare in bicicletta. Fin da piccola, quando un giorno mio papà decise che ero diventata troppo grande per le rotelle e anche per stare in piedi dietro di lui, in equilibrio sul portapacchi della vecchia Graziella bianca (il tutto senza casco, ovviamente: erano altri tempi). E proprio quel giorno, quando ho... Continue Reading →

Un finale un po’ così … e una torta bianca e leggera: sarà tutta colpa del paradiso?!

Oggi "giornata no". La bolletta scaduta due giorni fa da pagare, le solite noiose incombenze da sbrigare, una grana burocratica (il genere peggiore) da risolvere, una corsa fino al negozio più vicino e trovarlo già chiuso (mannaggia, come ho fatto a dimenticare il caffè) … e poi, quando infine arriva il tempo per poter pensare... Continue Reading →

Sotto il cielo di Lignan: un Osservatorio Astronomico e le stelline di castagne e cacao.

Le stelle sono buchi nel cielo da cui filtra la luce dell'infinito. Confucio In Valle d'Aosta c'è un pugno di baite, abbarbicato lassù tra le montagne, dove il cielo è più buio e le stelle più brillanti che altrove. Puoi arrivarci partendo dal borgo di Nus, seguendo tornante dopo tornante la strada che si arrampica... Continue Reading →

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: