Parigi in poltrona (2a parte).

Quando ci si innamora, se di una persona o di un luogo poco importa, spesso sono i dettagli che fanno scoccare la scintilla, e che mantengono viva quella fiammella nel tempo, incuranti  degli anni che si rincorrono. Ed è proprio di quei dettagli che voglio andare alla riscoperta durante il mio prossimo viaggio a Parigi.... Continue Reading →

Annunci

Omaggio alla regina d’autunno: i ravioli di zucca con menta e pecorino.

Le bravissime bloggers che compongono il gruppo Facebook Segui le Stagioni  lo scorso ottobre hanno proposto un contest a tema autunnale: Fuori di zucca. Per tentare la fortuna era necessario condividere una ricetta della quale la zucca, ovviamente, doveva essere la protagonista, immortalare in qualche foto la propria creazione, invitare le amiche cuciniere a partecipare a... Continue Reading →

La via della seta ha il colore dei tulipani (il Tulip Museum ad Amsterdam).

Novembre è il mese in cui si risveglia la mia voglia di giardinaggio. Sì, proprio novembre, non i mesi primaverili che sembrerebbero più propizi a questa piacevole occupazione. Questo accade perché, pur amando essere circondata da rose, peonie, alberi da frutto ed erbe aromatiche, il mio pollice è di un modesto verdino pallido, e non... Continue Reading →

Parigi in poltrona (1a parte).

“Nous retournerons tous au Bateau-Lavoir, nous n’aurons vraiment été heureux que là”. Pablo Picasso Sto per tornare. Mancano ancora quattro mesi, ma sto per tornare. A Parigi. Sto provando la stessa sensazione di quando, con la macchina fotografica in mano, mi trovo al cospetto di uno scenario dalla bellezza mozzafiato e resto a guardarlo con... Continue Reading →

Bruscoli da Firenze. Diladdarno c’è una trattoria (la pasta fresca con ragù di cinghiale e scaglie di tartufo estivo).

Oggi ti propongo, tra i Bruscoli di Firenze che ho portato a casa dalla nostra provvidenziale fuga di fine estate, un ricordo particolarmente gustoso di quel breve viaggio e, come avrai già capito dall’immagine di copertina, ancora una volta il Merlo Goloso l’ha fatta da padrone! Del resto, come potevamo non salutare uno dei luoghi... Continue Reading →

Bruscoli da Firenze. Diladdarno, ricordi di una sera d’estate (il Vecchio Ponte, la Passera, uno Sprone … e un paio di misteri).

La nostra passeggiata serale nei quartieri al di là dell’Arno, alla ricerca di aneddoti e atmosfere, inizia da uno dei simboli più noti di Firenze. E già mentre scatto la classica foto ricordo a mia figlia con Ponte Vecchio sullo sfondo, penso che siamo fortunate ad averlo ancora qui, intatto, nel cuore della città …... Continue Reading →

Con un cestino di susine (il clafoutis con mandorle e susine).

Prugne o susine? Rusticana, Regina Claudia in miniatura o Verdacchia? Non saprei neppure dare un nome alle dolcissime e piccole susine che crescono sull' alberello nell’orto della mia amica Nadia … ma posso assicurarti che quando, come l’altro giorno, me ne porta un cestino in regalo, il loro profumo zuccheroso si sparge invitante per tutta... Continue Reading →

Bruscoli da Firenze. Il paradiso dei golosi si trova in via dell’Ariento.

Nel 1300 i golosi come me finivano nel III girone dell’Inferno, sotto una battente pioggia melmosa, in compagnia (se così si può dire) del cane a tre teste Cerbero, che li rintronava con le sue grida fino a fargli desiderare di perdere l'udito … sotto l’incorruttibile supervisione di Dante Alighieri, che ancora oggi scruta severo... Continue Reading →

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: