Persone e cose (1019ème Foire de Saint-Ours).

In Valle d’Aosta, ogni anno da mille anni e più, alla fine di gennaio tutti gli artigiani scendono in città, per mostrare con orgoglio i frutti del loro lavoro: è la Fiera di S.Orso.

Sono oggetti davvero incantevoli, la cura e la dedizione che trasmettono mi stupisce ogni volta … ma prima delle cose ci sono le persone, e stamattina presto sono andata a cercare proprio loro, quegli uomini e donne che, un po’ nascosti tra i banchi di legno, sono sempre disponibili per scambiare qualche parola mentre ti tendono un bicchiere di vin brulé.

Eccoli, persone e cose.

fiera-di-s.orso-aosta-2019-lacasettadelmerlo.wordpress.com
© Elena Palombo per lacasettadelmerlo.wordpress.com

 

fiera-di-s.orso-aosta-2019-lacasettadelmerlo.wordpress.com
© Elena Palombo per lacasettadelmerlo.wordpress.com

 

 

fiera-di-s.orso-aosta-2019-lacasettadelmerlo.wordpress.com
© Elena Palombo per lacasettadelmerlo.wordpress.com
fiera-di-s.orso-aosta-2019-lacasettadelmerlo.wordpress.com
© Elena Palombo per lacasettadelmerlo.wordpress.com

 

fiera-di-s.orso-aosta-2019-lacasettadelmerlo.wordpress.com
© Elena Palombo per lacasettadelmerlo.wordpress.com

Ma la festa non è ancora finita, perché stasera ci aspetta la veillà, una lunga notte a base di musica e bicchieri da vuotare, in attesa della giornata di domani … e forse è il caso di andare a prepararci anche noi!

Grazie a tutti gli artigiani e ai musicisti della Valle d’Aosta e a presto,

Elena

La Casetta del Merlo, 30 gennaio 2019

 

 

 

Annunci

15 risposte a "Persone e cose (1019ème Foire de Saint-Ours)."

Add yours

  1. che belle immagini e splendida festa! Adoro le tradizioni, ci trasportano nel passato regalandoci emozioni incredibili! Immagino sarai a festeggiare alla veillà. Fai un brindisi col vin brulè anche per me!!!! Un bacio a tutti!!!! ❤

    Piace a 1 persona

  2. è una fiera piena di fascino (e di freddo!), atmosfera emozionante, artigiani autentici della pietra, del legno, del ferro.
    avevo il mio artigiano preferito, un ometto umile e capace, uno scultore che intagliava uccelli nel legno che poi colorava a pastello. ogni volta ne acquistavo uno, ne ho la casa piena, finchè l’ultimo anno c’era solo sua figlia al banchetto a vendere le opere rimaste del papà morto nell’estate.
    non ci sono più tornato.
    ml

    Piace a 1 persona

    1. Credo di sapere quali sono gli oggetti in legno che tanto ti piacevano, e li ho rivisti quest’anno … forse qualcuno ha raccolto l’eredità di quel bravo artigiano. Questo episodio non può che ricordarci, una volta in più, che prima delle “cose” ci sono le persone. Un saluto, Elena

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: