Il Merlo al Lavoro: il runner con i blocchi Flying Geese (1a parte).

Oggi ho ripreso la macchina da cucire.

Finalmente mi sono decisa a tirarla giù da quel chiodo dove l’avevo “appesa” qualche mese fa, troppo presa a peregrinare dietro ad altre più affascinanti ispirazioni … E per fortuna non è una compagna di giochi permalosa, a quanto pare, dato che ha subito ripreso a marciare con entusiasmo (be’, diciamo che si è accontentata di una bella remise à neuf a base d’olio lubrificante, di un ago nuovo e un po’ di spolvero).

Il merito è tutto di una giovane amica di Nus che, volendo fare un regalo a una persona a lei cara, ha pensato ai miei “lavoretti” e mi ha chiesto di cucirle un runner con la tecnica patchwork: grazie di cuore per la fiducia M.!

E ora, se vuoi, puoi metterti al lavoro anche tu insieme a me.

Progetto e tessuti.

Il progetto per questo lavoro è nato, come a volte succede, attorno al tessuto. Avevo infatti, nel mio baule delle “stoffette”, uno scampolo di tessuto in cotone per patchwork della casa produttrice Debbie Mumm® avanzato da un precedente lavoro, talmente grazioso che aspettava solo di ricapitarmi tra le mani, per essere scelto.

Tessuto per Patchwork Debbie Mumm®
© Elena Palombo per lacasettadelmerlo.wordpress.com

A quel punto si trattava di pensare a un oggetto che valorizzasse al meglio le pittoresche townhouses, e ricreare in una casa della Valle d’Aosta l’atmosfera di una cittadina della campagna inglese …

Patchwork-runner-con-stelle-flying-geese-lacasettadelmerlo.wordpress.com
© Elena Palombo per lacasettadelmerlo.wordpress.com

Ne è nato il progetto che puoi vedere nel disegno a lato, un runner composto da una fila di 4 blocchi centrali con stelle Flying Geese, a loro volta incorniciati da una fila ordinata di casette a schiera e quattro quadrati d’angolo.

I blocchi del patchwork. 

Il Flying Geese è un’unità patchwork facile da eseguire e molto versatile, che nei miei blocchi uso per formare delle stelle a otto punte; le quilters americane chiamano questo blocco, che a me piace molto, Indian Star.

Per illustrarti come ho creato i miei blocchi faccio riferimento al bel manuale Enciclopedia delle tecniche PATCHWORK, QUILTING e APPLIQUE’ di Linda Clements, del quale ti ho già parlato in alcuni posts che trovi nella sezione del blog Il Merlo al Lavoro.

Unità Flying Geese, patchwork e cucito creativo.
© Elena Palombo per La Casetta del Merlo

Questo metodo permette di realizzare 4 unità Flying Geese contemporaneamente, sfruttando al meglio i tessuti con meno scarto, ed è molto comodo se stai cucendo dei blocchi che richiedono serie di quattro, proprio come nel caso dell’ Indian Star.

  1. Decidi innanzitutto le dimensioni finali di ciascuna unità (senza le cuciture): nel mio caso sono 12,5 cm x 6,3 cm. Per realizzare 4 unità taglia quadrato dal primo tessuto più largo di 3,2 cm rispetto al lato più lungo del rettangolo (quindi  15,7 x 15,7 cm) e 4 quadrati dal secondo tessuto, che formerà le “punte delle stelle”, più grandi di 2,2 cm rispetto al lato più corto finito (e dunque 8,5 cm x 8,5 cm).

    Unità Flying Geese, patchwork e cucito creativo.
    © Elena Palombo per La Casetta del Merlo
  2. Traccia con il gesso o con la matita da sarta una diagonale sul rovescio  dei 4 quadrati piccoli. Posiziona il quadrato grande con il diritto verso di te e fissaci sopra due dei quadrati piccoli con il diritto verso il basso, come nella foto. Cuci con due cuciture a 6 mm di distanza dalla diagonale.
  3. Taglia lungo la diagonale tracciata e poi apri e stira con cura le due parti ottenute; posizionale sul tuo piano da lavoro con il diritto verso l’alto.
  4. Appoggia sopra gli altri due quadrati piccoli con il rovescio verso di te, come illustrato, e poi cuci sui due lati della diagonale sempre mantenendo una distanza di 6 mm. Taglia lungo la diagonale, apri ciascuna unità e stira: hai ottenuto 4 unità Flying Geese.

E se leggendo le mie spiegazioni ti sei un po’ persa … non lasciarti intimidire: è molto più facile a farsi che a dirsi!

Adesso non resta altro che comporre il blocco Indian Star. Serviranno:

  • 4 unità Flying Geese (quelle che abbiamo appena cucito)
  • 1 quadrato centrale da 12,5 cm x 12, 5 cm (+ 1,2 cm per le cuciture)
  • 4 quadrati da 6,3 cm x 6,3 cm (+ 1,2 per le cuciture).

Ed ecco il frutto del nostro lavoro, il primo dei 4 blocchi che serviranno per creare la parte centrale del runner:

Flying Geese, patchwork e cucito creativo.
© Elena Palombo per La Casetta del Merlo

Qui finisce la prima parte della realizzazione di questo progetto,  grazie a te che mi hai seguita fin qui e … a presto con il seguito!

Elena

La Casetta del Merlo, Gennaio 2019

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

14 risposte a "Il Merlo al Lavoro: il runner con i blocchi Flying Geese (1a parte)."

Add yours

  1. Che cose meravigliose sai fare! E quanta pazienza… Sei bravissima. Io al posto dell’ago preferisco lana e ferri. Sto ultimando una maglia color senape (tanto di moda) per una delle nipotine.

    Comunque trovo il tuo lavoro un po’ difficoltoso, almeno per me.

    Complimenti Elena e buona serata!

    Piace a 1 persona

    1. Grazie cara Mary ❤ La difficoltà è solo apparente, in realtà; se ci si concentra su un passaggio alla volta non è così complicato come può sembrare guardando il lavoro finito … E poi, se ci sono riuscita io da autodidatta, può farcela chiunque, davvero 😉! Un abbraccio, Elena

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: