A passeggio con la Regina: Castel Savoia a Gressoney-Saint-Jean.

La Passeggiata della Regina è un sentiero pianeggiante che dal paese di Gressoney Saint Jean, accanto al lago Gover, si inoltra nel fitto bosco di Cialvrino (Tschalvrino) per raggiungere un luogo che sembra appena uscito da una favola: Castel Savoia.

E ogni castello, come vuole la tradizione, ha la sua regina …

Se tendo l’orecchio, e l’immaginazione, è davvero facile percepire il fruscio di un abito di altri tempi, sulle foglie che ricoprono il sentiero, assieme al chiacchiericcio degli uccelli tra le fronde!

Margherita di Savoia, incoronata Regina dell’Italia Unita nel 1878, non fu una sposa felice: destinata al cugino Umberto per suggellare il legame tra case regnanti (come si usava all’epoca), riuscì con molta più facilità a farsi amare dal popolo italiano piuttosto che dal suo consorte

… e il motivo è presto detto.

Con intelligenza e perspicacia, riuscì nell’intento di unire l’Italia più di qualsiasi manovra politica, facendo proprie le qualità migliori di un popolo tanto variegato e creando uno stile di vita oggi inconfondibile nel mondo.

Margherita era nota, infatti, per amare il buon cibo, le tradizioni familiari, la montagna e i viaggi, ma soprattutto amava quel Made in Italy di cui fu la prima estimatrice e divulgatrice: i suoi abiti e oggetti personali, creati dai migliori artigiani, la cura per i luoghi in cui viveva e quel particolare modo di porsi, orgoglioso e alla mano nello stesso tempo, restano un modello per chiunque abbia ancora voglia di essere fiero di essere nato in Italia.

Ma ecco che, dopo un’ultima curva del sentiero e un grazioso giardino terrazzato ricolmo di fiori ed erbe alpine, sono già al cospetto del panorama da favola che ti avevo promesso.

Castel Savoia, Gressoney Saint-Jean, Valle d'Aosta
© Elena Palombo per La Casetta del Merlo

Castel Savoia non è un edificio imponente e austero (di rappresentanza, si potrebbe dire), ma trasmette da subito la piacevole impressione di entrare nella dimora di una ricca ed elegante signora, pronta ad accoglierci in un lussuoso salone per poi trascorrere un’ora piacevole con un buon caffè e degli squisiti dolcetti … (ma dei dolcetti ti parlerò nel prossimo post!)

Castel Savoia, Gressoney Saint-Jean, Valle d'Aosta
© Elena Palombo per La Casetta del Merlo

La scalinata in legno che si affaccia sul salone d’ingresso è l’elemento architettonico più incantevole di Castel Savoia: creata plasmando a caldo robuste travi di quercia (la stessa tecnica usata per le gondole veneziane), la possiamo ammirare in tutto il suo splendore dopo tanti anni, grazie alla bravura dei progettisti e degli artigiani e anche al clima di montagna della Valle del Lys.

Castel Savoia, Gressoney Saint-Jean, Valle d'Aosta
© Elena Palombo per La Casetta del Merlo

Anche le vetrate e le pareti che fanno da contorno allo scalone sono molto suggestivi, soprattutto se, come me, ami lo Stile Liberty: qui ghirlande di rami, fiori e frutti si abbracciano con sinuosa eleganza, svelando le iniziali di Margherita (e con esse il lato più dolce di una donna dal carattere molto forte).

Castel Savoia, Gressoney Saint-Jean, Valle d'Aosta
© Elena Palombo per La Casetta del Merlo

Del resto Castel Savoia, fortemente voluto dalla Regina, è stato pensato fin dalla sua ideazione come un nido accogliente immerso nella natura, in cui rifugiarsi, e dove poter dimenticare i rigori e i doveri della vita di corte; sembra di vederla, Margherita, seduta all’imbrunire su una delle poltroncine di vimini in veranda, e respirare a fondo l’odore del vento nella pineta mentre le nuvole giocano a fare le ombre cinesi sul ghiacciaio del Lys …

Castel Savoia, Gressoney Saint-Jean, Valle d'Aosta
© Elena Palombo per La Casetta del Merlo

e penso che anche per la servitù che la seguiva i periodi trascorsi qui in montagna potessero essere un piacevole diversivo: basti pensare che tutti i lavoratori alle sue dipendenze, ogni domenica, godevano di una giornata di libertà, un privilegio per niente scontato (allora come oggi).

Jean Antoine, la preparata e simpatica guida che ci accompagna a curiosare tra le sale del castello, nel parlarci del carattere di Margherita si sofferma in particolare su una foto, che è davvero carina, perché le espressioni dei soggetti sarebbero le medesime che apparirebbero sui nostri volti se ci trovassimo nella stessa situazione.

Castel Savoia, Gressoney Saint-Jean, Valle d'Aosta
© Elena Palombo per La Casetta del Merlo

L’immagine è una foto ufficiale scattata il 24 agosto del 1899, quando è stata posata la “prima pietra” di Castel Savoia, e l’espressione soddisfatta della Regina non lascia dubbi: finalmente l’ha spuntata nei confronti del marito e avrà la casetta dei suoi sogni! Molto meno contento è Re Umberto, come vedi, che essendo un cacciatore avrebbe preferito una valle più affollata di stambecchi … In ogni modo, Umberto non ebbe il tempo di apprezzare questa dimora perché meno di un anno dopo venne ucciso a Monza per mano dell’anarchico Gaetano Bresci.

 

Respirando l’odore della cera che protegge il legno, che è poi l’elemento che rende così accogliente e calda questa dimora facendoci sentire quasi a casa, ci inoltriamo nelle stanze più private: le stanze da letto eleganti ma sobrie, i piccoli guardaroba, il salottino privato di Margherita (una stanzetta incantevole, con una piccola scrivania e un meraviglioso affaccio sul Lyskamm), la sala da biliardo e infine la bellissima sala da pranzo.

Castel Savoia, Gressoney Saint-Jean, Valle d'Aosta
© Elena Palombo per La Casetta del Merlo

Ed è proprio qui, davanti al fuoco acceso nel camino, che sarebbe bello vedere apparire la Regina Margherita al ritorno da una passeggiata nel bosco e parlare del tempo,  della prossima escursione o di quale corroborante specialità locale scegliere per la cena …

Io spero, con questo post, di averti invogliato a visitare Castel Savoia, e la Valle del Lys in cui è incastonato, magari fermandoti qualche giorno nei deliziosi paesi walser dei dintorni, antica testimonianza di un modo di vivere la montagna che è sempre piacevole riscoprire.

 

Benvenuti in Valle d’Aosta!

Elena, La Casetta del Merlo agosto 2018

Annunci

6 risposte a "A passeggio con la Regina: Castel Savoia a Gressoney-Saint-Jean."

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: