Il Merlo Goloso: “Una mela al giorno…” La crostata di mele e crema pasticcera.

“Eat an apple on going to bed,
and you’ll keep the doctor from earning his bread.”

Quale bambino non si è mai sentito recitare questo proverbio, magari nella versione nostrana “Una mela al giorno toglie il medico di torno”?

Se il fatto che mangiare frutta e verdura fa bene è ormai accertato, l’origine di questo detto resta incerta: il Concise Oxford Dictionary of Proverbs lo fa risalire a una filastrocca in voga fin dal XIX secolo nel Galles, in particolare nella contea di Pembrokeshire, ma pare che la sua diffusione anche oltreoceano sia dovuta all’intervento di Benjamin Franklin.

Oltre a dilettarsi, tra l’altro, con fulmini e saette, Franklin è stato l’autore ed editore del Poor Richard’s Almanack, una singolare raccolta di previsioni del tempo stagionali, consigli per la gestione della casa, informazioni astronomiche e soprattutto proverbi ed aforismi, che dal 1732 al 1758 ebbe grande successo e diffusione nell’America coloniale. E’ infatti leggendo questo almanacco (che raggiunse ben 10.000 tirature all’anno) che tante persone vennero a conoscenza del famoso proverbio, in seguito abbreviato nell’attuale “An apple a day keeps the doctor away”.

Queste sono le riflessioni che, tra l’ influenza e altri malanni di stagione, mi hanno portata a proporti come ricetta di questa settimana proprio quella della mia CROSTATA DI MELE E CREMA PASTICCERA, una dolce golosità creata con ingredienti sani e anche (quasi tutti) a km zero.

INGREDIENTI

Per la base:

  • 70 gr di zucchero; per un gusto più “rustico”,  puoi sostituire metà dello zucchero con zucchero di canna
  • 150 gr di burro ammorbidito
  • tuorlo
  • 250 gr di farina 00
  • ½ cucchiaino di scorza di limone non trattato grattugiata

Per la crema pasticcera:

La ricetta è quella di Christophe Felder (www.christophe-felder.com), uno dei pasticceri che più ammiro, ed è tratta dal testo PATISSERIE!, del quale esiste anche la versione in italiano.

  • 50 cl di latte intero
  • 1 baccello di vaniglia
  • 120 gr di tuorli (corrispondono a circa 6 tuorli)
  • 120 gr di zucchero semolato
  • 50 gr di Maizena
  • 50 gr di burro

Per la finitura:

  • 2 mele
  • il succo di un limone
  • 2 cucchiai di zucchero di canna
  • scaglie di mandorle pelate
IMG_0705b
© foto di Elena Palombo per La Casetta del Merlo

PREPARAZIONE

  1. La base di questa crostata è la mia “ultracollaudata” pasta frolla, che trovi spiegata in dettaglio nell’articolo Zucchero e Lavanda.  L’unica accortezza, dato che la copertura di crema pasticcera e mele è molto ricca e umida, è stendere la pasta in una sfoglia sottile, di massimo 3 mm, direttamente su un foglio di carta forno e poi metterla a raffreddare in frigorifero già pronta nella teglia che userai per la cottura: questo per poterla lavorare più facilmente, dato che una base più spessa resterebbe bagnata e cruda.

Ça va sans dire che se un’amica ti telefona dicendo che da lì a poco passerà da te per due chiacchiere e una tazza di tè, puoi usare una pasta frolla già pronta: la crostata non sarà croccante e appetitosa come l’originale, ma a mio avviso è comunque preferibile a un anonimo vassoio di biscotti  acquistato di fretta nel negozio più vicino.

Mentre la pasta riposa in frigorifero, ti puoi dedicare alla crema pasticcera.

Nonostante si tratti della ricetta di un pasticcere famoso, al contrario di quanto mi aspettassi la procedura è veloce (15 minuti) e molto semplice; la crema pasticcera è un vero jolly in cucina, perché può essere usata in moltissimi dolci, come ingrediente principale o come accompagnamento.

  1. Fai bollire a fuoco moderato il latte con il baccello di vaniglia, tagliato in due per il lungo e raschiato e lascialo in infusione per 10 minuti; dopo puoi togliere la vaniglia.
  2. Nel frattempo puoi sbattere con una frusta i tuorli, in una ciotola, con la Maizena e lo zucchero, senza però montare il composto.
  3. Porta di nuovo ad ebollizione il latte e versalo un po’ per volta nel composto, sbattendo bene per evitare la formazione di grumi.
  4. Rimetti la crema nella casseruola (se necessario puoi filtrarla usando un colino) e cuocila sbattendo energicamente, soprattutto nel momento in cui la crema si addensa. Non appena si addensa spegni il fuoco e, continuando a mescolare con energia, aggiungi il burro; continua a mescolare finchè il burro sarà completamente incorporato.

Se non usi subito la crema pasticcera. puoi conservarla in frigorifero coperta da una pellicola, ma non è possibile surgelarla.

6. Preleva dal frigorifero la tortiera foderata di pasta frolla, bucherella il fondo con i rebbi di una forchetta e versa la crema pasticcera in modo uniforme.

IMG_0709
© foto di Elena Palombo per La Casetta del Merlo

 7. E ora puoi decorare la superficie con le mele tagliate a fettine sottili (se le spruzzi con  il succo di limone non diventeranno scure), componendo il disegno che più ti piace; una spolverata di zucchero di canna, che con il succo delle mele si caramellerà in  cottura, e delle mandorle in scaglie sono il tocco finale.

8.  La crostata cuoce in forno, sul ripiano più basso, a 180° in modalità ventilato per i primi 15 minuti, e poi in modalità statico per altri 25 minuti circa: è cotta quando la pasta del bordo appare dorata, asciutta e croccante.

Non ti resta che sfornarla e, se la tua amica è già arrivata, gustarla insieme a lei ancora tiepida con una tazza di tè, qualche gustoso pettegolezzo et …

IMG_0718d
© foto di Elena Palombo per La Casetta del Merlo

 BON APPÉTIT!

Colgo quest’occasione per ringraziare la bravissima Eugenia Ferretti per aver creato le originali posate che d’ora in poi potrebbe capitarti di vedere nelle foto che accompagnano le ricette della Casetta del Merlo … e se vuoi scoprire tutto il suo mondo, vai a trovarla sulla sua pagina fb   My New Old Life

Foto e creazioni di Eugenia Ferretti My New Old Life

 Mentre io … ti aspetto con la prossima golosità: a presto!

Elena, La Casetta del Merlo Gennaio 2018

Annunci

2 risposte a "Il Merlo Goloso: “Una mela al giorno…” La crostata di mele e crema pasticcera."

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: