Il Merlo Goloso. Pan di zenzero: una casetta tutta da sgranocchiare.

Run, run fast as you can! Can’t catch me, I’m the gingerbread man”

 L’omino di pan di zenzero nasce tanto tempo fa nella cucina di una piccola e vecchia casa sperduta nella brughiera, in un paese non precisato del nord Europa, grazie a una nonnina che un giorno decide di preparare un dolcetto diverso dal solito: dopo aver guardato nella credenza e scelto gli ingredienti  inizia a mescolare e impastare, e infine inforna un buffo biscotto a forma di omino.

Quando un delizioso profumo si sparge nell’aria e la vecchina apre il forno, l’omino si precipita fuori ed esce dallo spiraglio della porta lasciata aperta; lei prova a inseguirlo, ma l’omino è troppo veloce e  scappa via prendendola in giro per la sua lentezza.

L’omino continua a correre per i prati, dove incrocia vari personaggi che, attratti dal suo squisito aroma, lo mangerebbero molto volentieri, ma sono tutti troppo lenti per riuscire a prenderlo e rimangono a bocca asciutta mentre lui li sbeffeggia … finchè quell’infingardo non incrocia la volpe che, come tutti sanno, è più furba che veloce.

Va da sé che, con uno strategemma, la volpe riesce ad ingannarlo e a fargli fare la fine che più gli si addice, leccandosi i baffi.

In questi giorni di festa e vacanza, io e la mia bambina abbiamo deciso di metterci a pasticciare nella cucina della nostra casa, che un po’ ricorda quella della fiaba, e siccome un omino non era proporzionato alla nostra golosità abbiamo deciso di creare un intera famiglia di pan di zenzero, con tanto di casetta!

Ingredienti per una casetta e una dozzina di omini di pan di zenzero.

IMG_0684b
© foto di Elena Palombo per La Casetta del Merlo
  • 250 ml di melassa

La melassa è una sostanza densa e dolce, che si ricava dalla barbabietola, difficilmente reperibile nei negozi italiani; in questa ricetta si può sostituire con il miele (150 gr) oppure preparare un caramello, che avrà un sapore più simile all’ingrediente originale. Io ho scelto di usare il miele che avevo comprato a Chatillon l’ultima domenica di ottobre, quando gli apicoltori valdostani si riuniscono nella via centrale del borgo dando vita ad una sagra molto particolare.

  • 175 gr di burro ammorbidito
  • 175 gr di zucchero di canna
  • 3 grossi tuorli d’uovo (conserva gli albumi, che serviranno per le decorazioni)
  • 750 gr di farina 00 setacciata
  • 3 cucchiaini di zenzero fresco grattugiato fine
  • 2 cucchiaini di cannella in polvere
  • 5 cucchiaini di bicarbonato di sodio, sciolto in altrettanti cucchiaini di acqua fredda
  • 200 gr circa di zucchero a velo

Preparazione.

  1. Accendi il fuoco del fornello più piccolo al minimo e, in un pentolino antiaderente, mescola il miele con il burro e lo zucchero; non appena saranno amalgamati spegni il fuoco.
  2. In una ciotola capiente, o direttamente in una planetaria, versa la farina, lo zenzero grattugiato e la cannella.
  3. Inizia a mescolare e intanto aggiungi , seguendo questa sequenza, il bicarbonato di sodio sciolto in acqua, i tuorli d’uovo e infine il composto che hai preparato con miele, burro e zucchero. Intanto inizia a riscaldare il forno a 180°C.
  4. Sopra una superficie infarinata (io uso una tavola in legno comprata all’Ikea per pochi euro anni fa, uno degli acquisti per la cucina più utili che io abbia fatto) stendi l’impasto ancora caldo in uno strato di ½ cm, aiutandoti con un mattarello.
  5. Questa è la parte più divertente e, se hai dei bambini, è il momento di chiamarli: tagliare la pasta con lo stampo a forma di omino! Il risultato non sarà esteticamente perfetto, ma vuoi mettere il divertimento? …

Per la casetta puoi usare gli stampi che trovi facilmente in vendita nei negozi specializzati (soprattutto in questo periodo, considerato che potrebbero essere anche una bella idea regalo per chi ama pasticciare con zucchero e farina) oppure un modello in cartoncino leggero creato per l’occasione.

IMG_0686
© foto di Elena Palombo per La Casetta del Merlo
  1. Trasferisci le forme di pasta che hai creato su una teglia, ricoperta di carta da forno, e inforna a metà altezza a 180°C per 10-13 minuti. I biscotti saranno cotti non appena inizieranno a scurirsi in superficie.
  2. Intanto che il pan di zenzero è in forno, puoi preparare la glassa per le decorazioni: è facilissimo, si mescola energicamente albumi e zucchero a velo fino a quando la glassa ha una consistenza adatta ad essere lavorata con un pennello (né liquida, né troppo soda).

Mi piace molto questa semplice glassa, che può essere usata anche per decorare dei buonissimi biscotti di frolla, magari per regalarli a un’amica uno di questi giorni; in questo caso può essere utile avere una siringa per pasticceria.

IMG_6176b
© foto di Elena Palombo per La Casetta del Merlo
  1. Nel frattempo il pan di zenzero si è cotto e, dopo averlo fatto raffreddare, puoi iniziare a decorarlo con la glassa: noi abbiamo semplicemente ricoperto le parti che formeranno il tetto della casetta e gli omini con uno strato uniforme, come se fosse appena nevicato, ma ovviamente alla fantasia non c’è limite!
  2. E ora il finale: assemblare la casetta utilizzando la glassa mescolata a qualche goccia di colla edibile.

E qui mi pento di non aver fotografato l’accozzaglia di elementi eterogenei che, assemblati in una piramide pericolante, sono serviti a tenere ferme tutte le parti che compongono la mia casetta finché la “colla” non ha fatto presa (qualche ora): bicchieri, libri di cucina, il cache-pot che solitamente ospita l’orchidea, svariati tappi di sughero …

più che altro perché non vorrei darti l’idea che questo passaggio per me sia stato così indolore!

Comunque sia, alla fine la nostra casetta ha deciso di rassegnarsi a diventare un (buonissimo) corpo unico e, pur essendo molto semplice e tutt’altro che perfetta, è davvero carina … penso che aspetteremo almeno un paio di giorni prima di farle fare la stessa fine dell’omino di pan di zenzero!

IMG_0695b
© foto di Elena Palombo per La Casetta del Merlo

BON APPÉTIT e … BUONE FESTE!

Elena, La Casetta del Merlo Dicembre 2017

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: