Il Merlo al Lavoro. Come cucire una trapunta patchwork in 8 passi: 6. La cornice e i quadrati d’angolo.

Ed eccomi alla CORNICE della mia trapunta patchwork, dopo un periodo di latitanza in cui gli altri miei interessi hanno decisamente prevalso sul cucito creativo: una provvidenziale fuga a Parigi, la raccolta e ammezzimento dei cachi, la produzione delle confetture con i frutti autunnali (quella con pere, rhum e cacao è una bomba!), uno studio su come produrre il sapone in modo artigianale …

LA CORNICE DEL QUILT.

Mi piace molto mettere in risalto il disegno di un quilt incorniciandolo con un bordo: a mio avviso il risultato è un lavoro molto più bello, completo e curato.

  •  Bordo dritto.

In questo caso per la cornice viene usato un unico tessuto, abbinato oppure in contrasto con i tessuti usati per il centro del quilt, proprio come fosse la cornice di un quadro.

Scan0002

E’ importante scegliere una larghezza che sia proporzionata al resto del lavoro: nella mia trapunta con i colori delle Isole Eolie ho deciso per una cornice larga quanto un sashing e ½ (il mio sashing finito misurava 6 cm, quindi la cornice ha una larghezza di 9 cm più 1,5 cm per le cuciture).

Un consiglio: anche se ti sei preoccupata di rifilare il contorno del centro del quilt in modo che i lati siano identici e gli angoli perfettamente in squadra, abbonda con la lunghezza della cornice. In teoria la lunghezza dovrebbe corrispondere esattamente alla misura del centro del quilt per due parti di cornice che cucirai per prime (sopra e sotto o lateralmente), ma qualche imprecisione può sempre capitare e in genere è molto più facile tagliare gli eccessi piuttosto che fare delle giunte. Lo stesso vale per le altre due parti di cornice, che hanno una lunghezza pari alla misura di un lato del centro del quilt più due volte la larghezza della cornice stessa.

  • Bordo dritto con quadrati d’angolo.

Questa è la cornice che ho scelto per la trapunta che sto cucendo mentre scrivo questa serie di articoli. La cornice si arricchisce di quattro quadrati, posti ad ogni angolo del quilt, che possono essere tagliati da un tessuto unico o composti come in un blocco di patchwork; è un passaggio semplice ma molto d’effetto, che finora ho quasi sempre incluso nei progetti dei miei lavori.

Trapunta Eolie cornice 2
© foto di Elena Palombo per La Casetta del Merlo
  • Bordo mitrato (in diagonale).

In questo caso le cuciture di giuntura di una cornice ricavata da un unico tessuto sono in diagonale anzichè ad angolo retto, quindi le quattro parti che la compongono sono identiche tra loro.

  • Bordo assemblato.

Le varianti di bordi assemblati sono innumerevoli, dato che puoi usare il disegno di un qualsiasi blocco patchwork per poi ripeterlo (o alternarlo ad altri) fino a raggiungere la lunghezza del lato della cornice.

Trapunta stars
© foto di Elena Palombo per La Casetta del Merlo

Nella foto precedente, la mia prima trapunta, ho inserito un bordo assemblato Flying Geese e quattro quadrati d’angolo Square in a Square: ancora oggi mi piace molto, nonostante qualche imperfezione!

  • Bordo appliqué.

La tecnica dell’appliqué, che consiste nel creare dei disegni applicando ritagli di tessuti diversi su una base di un tessuto unico che fa da fondale, si accosta molto bene alla tecnica patchwork e permette di creare lavori splendidi!

Soprattutto se opti per una cornice piuttosto larga, avrai una tela che ti permetterà di sbizzarrirti senza limiti con la fantasia secondo il tuo gusto, come per esempio in questo incantevole progetto, tra l’altro in tono con la stagione autunnale, di Kim Diehl

Scan0001

… ma l’appliqué è una tecnica talmente affascinante che mi riservo di scrivere più avanti una serie di articoli dedicata esclusivamente a questo argomento!

Un consiglio: sia i bordi assemblati che i bordi appliqué possono essere un valido escamotage per usare tutti quei ritagli di tessuti avanzati nella lavorazione della parte centrale del quilt.

  • Medaillon Quilts.

Un medaillon quilt è una trapunta in cui un quadrato o rettangolo centrale costituisce il punto focale del lavoro, e viene messo in evidenza da più cornici concentriche.

Questo progetto di Gail Pan ne è un bell’esempio

… e poi il tessuto è davvero carino, appena l’ho visto non ho potuto fare a meno di comprarlo, non vedo l’ora di usarlo per uno dei miei prossimi lavori!

Scan0003

Ho usato questo metodo di assemblaggio, per dare più movimento al disegno, anche nella parte centrale della trapunta che sto cucendo mentre scrivo e il risultato mi piace molto: sembra quasi tridimensionale.

Trapunta Eolie cornice 1
© foto di Elena Palombo per La Casetta del Merlo

 E ora, dopo tutte queste mie chiacchiere, tocca a te: buon divertimento!

Per qualsiasi ulteriore approfondimento tecnico o dritta utile in fase di realizzazione ti rimando, come sempre, all’ Enciclopedia delle tecniche PATCHWORK, QUILTING e APPLIQUE’ di Linda Clements.

Oppure, in alternativa, ti aspetto nella mia Casetta del Merlo dove ti accoglierò sempre con piacere per partecipare alle mie lezioni individuali di cucito creativo: qui sarò felice di trasmetterti, se vorrai, tutto quello che ho imparato.

Contattami liberamente per qualsiasi informazione!

Elena, La Casetta del Merlo novembre 2017

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: