Il Merlo Goloso. Una tazza di mirtilli.

Il gran caldo di questo agosto arroventato è passato e si può finalmente pensare di uscire per fare una passeggiata in orari meno adatti alle civette (o ai fotografi di paesaggio, nda)

e questa è una delle mie passeggiate preferite, qui in Valle d’Aosta.

La partenza è al Colle S.Carlo a 1858mt slm, di fronte all’Hotel Genzianella (all’interno del territorio del comune di Morgex). A pochi metri dalla strada parte il comodo sentiero n°15 che, attraversando un profumato bosco di larici, ti permette di arrivare fino a 2066mt slm, nella conca del bellissimo LAGO DI ARPY.

Arpy

Ci tengo a sottolineare che per ammirare questo splendido panorama (nel Lago di Arpy si specchiano il Mont Colmet e le guglie delle Grandes Jorasses della catena del Monte Bianco) non è affatto necessario essere degli atleti. Posso dirti in tutta sincerità che allo sport preferisco la pasticceria e che le mie passeggiate sono realmente fattibili da chiunque abbia voglia di passare qualche ora all’aria aperta … ti consiglio soltanto di lasciare il tagliere di polenta concia alla valdostana, una tentazione purtroppo tutt’altro che facile da ignorare, per il pasto dopo il rientro (parlo per esperienza diretta, ovviamente).

Tornando alla mia passeggiata, vale davvero la pena di fare questi 200 metri di dislivello per arrivare a sedersi tra i rododendri sulla riva del lago, magari con i piedi a bagno nell’acqua glaciale (sia come origine che come temperatura) in cui sguazza felice il tritone alpino, e ammirare lo spettacolo fiabesco delle montagne più alte d’Europa!

Ti consiglio questa escursione da fine agosto a metà settembre, per diverse ragioni:

  • essendo ormai rientrati la maggior parte dei vacanzieri, troverai meno persone con cui essere costretto a condividere questa esperienza …  perchè un po’ di sana solitudine in tante circostanze non guasta!
  • sulla via del ritorno, prova a volgere lo sguardo al sottobosco: noterai dei bassi cespugli, le piccole foglie tondeggianti che iniziano ad arrossire al pensiero dell’autunno in arrivo, e tra le foglie … scuri e deliziosi mirtilli, proprio come quelli nella mia TAZZA DI MIRTILLI.
Tortine con mirtilli e frangipane.
© Elena Palombo per La Casetta del Merlo

E se poi a una tazza di mirtilli aggiungi mandorle, uova, burro, zucchero e un po’ di farina … ecco gli ingredienti di questa golosità con il profumo del bosco in settembre:

LE TORTINE MIRTILLI E FRANGIPANE.

INGREDIENTI

Per la pasta frolla:

  • 70 gr di zucchero
  • 150 gr di burro ammorbidito
  • 1 tuorlo
  • 250 gr di farina 00
  • ½ cucchiaino di scorza di limone non trattato grattugiata

La ricetta per la pasta frolla è la stessa che ti ho proposto per la crostata Zucchero e Lavanda e le quantità sono sufficienti per 4 tortine (io ho usato delle formine da 10 cm di diametro) più una dozzina di biscotti. In alternativa puoi sfornare un’unica torta con un diametro di circa 24 cm, ma in questo caso ti suggerisco di usare una tortiera con il fondo removibile.

Per il ripieno e il frangipane:

  • una tazza di mirtilli
  • 100 gr di burro ammorbidito
  • 100 gr di zucchero
  • 1 uovo
  • 100 gr di farina di mandorle
  • un cucchiaio di mandorle intere o in scaglie
  • zucchero a velo

PREPARAZIONE

Per la preparazione della frolla, ti rimando ancora all’articolo Zucchero e Lavanda ricordandoti solo che per una buona riuscita è importante rispettare i tempi di riposo in frigorifero …

e proprio mentre la frolla riposa, puoi dedicarti al frangipane:

  1. In una ciotola lavora il burro con lo zucchero, usando una frusta, fino a che non sarà omogeneo e spumoso
  2. Aggiungi l’uovo intero e riprendi a mescolare in modo energico con la frusta
  3. Aggiungi la farina di mandorle, mescolando questa volta con un cucchiaio di legno o una spatola, con delicatezza.

4. Adesso puoi riprendere la pastafrolla per foderare gli stampi (ben imburrati e infarinati); lo strato di pasta non dovrebbe essere più spesso di 3 mm, per evitare che non cuocia in modo uniforme.

5. In ogni stampo foderato di frolla metti prima 2 cucchiaiate di mirtilli e poi ricopri bene con un cm abbondante di frangipane. A me piace aggiungere anche delle mandorle intere o in scaglie, prima di infornare a 175°C per circa 20 minuti (forno ventilato e ripiano a metà altezza).

Le tortine sono cotte quando la superficie assume quel bel colore dorato e croccantino …

Ora puoi metterle a raffreddare lentamente su una gratella (io, che non possiedo una gratella da pasticciere, uso il tagliere che vedi in foto).

Tortine con mirtilli e frangipane.
© Elena Palombo per La Casetta del Merlo

Puoi sformare le tortine quando saranno fredde e, se ti piace, innevarle di zucchero a velo.

Tortine con mirtilli e frangipane.
© Elena Palombo per La Casetta del Merlo

Le tortine mirtilli e frangipane sono deliziose a colazione e anche a merenda, specialmente dopo una passeggiata in montagna … magari con una bella tazza (con i gatti) colma di tè ad accompagnarle!

BON APPÉTIT!

Elena, La Casetta del Merlo settembre 2017

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: