Il Merlo Goloso. My English Breakfast.

Essere creativi in cucina, come nel cucito e in tutte le attività artigianali, vuol dire sperimentare, provare tecniche e cibi diversi, ma prima di tutto essere sempre curiosi di assaggiare una nuova ghiottoneria.

La English Breakfast, la colazione all’inglese, costituisce uno dei tratti distintivi del country style anglosassone e da qualche tempo è diventata una piacevole consuetudine anche nei nostri fine settimana.

E poi gli spunti per un giorno di attività all’aria aperta certo non mancano, che siano una gita in bicicletta fuori porta o una giornata di trekking in montagna, e allora perché non concederci una sostanziosa colazione che, oltretutto, mette da subito di buon umore anche solo a sentirne il profumo?

IMG_6183 (2)
© Elena Palombo per La Casetta del Merlo

 

A me quel profumo riporta nella cucina della signora Rosemary Soper, una gentile signora che in occasione del mio primo viaggio a Londra mi ha accolta nella sua casa vittoriana con la porta rossa, nel sobborgo di Wallington.

 

L’amica che condivideva con me la stanza ed io, quella domenica mattina ci siamo svegliate con il rumore delle padelle e un aroma di uova e pancetta che non dimenticherò

e  quando siamo scese la nostra padrona di casa ci ha offerto… biscotti e caffelatte, perdipiù scusandosi per l’odore di quanto lei e la sua nipotina stavano mangiando con tanto gusto.

Per fortuna le nostre espressioni sono state abbastanza eloquenti da indurla a rimettersi subito ai fornelli e dopo 10 minuti anche noi stavamo mangiando uno squisito piatto a base di uova fresche, smoked bacon, pane abbrustolito, funghi e pomodorini. Tuttora, le mie colazioni all’inglese non sono che un tentativo di ricreare le sue

mentre i biscotti (fatti in casa da lei e buonissimi) sono stati riposti “for tea time”… questo però merita un altro articolo!

LA ENGLISH BREAKFAST TRADIZIONALE  ( Full English Breakfast ).

Ho carpito la ricetta che ho scelto di proporti ai pubs del  Buckinghamshire, una contea a nord ovest di Londra spesso meta delle fughe in campagna dei londinesi durante il weekend.

Ed è qui, nella campagna inglese a distanza di sicurezza dalla frenetica Londra, che in un prossimo futuro vorrei poter tornare a gironzolare senza una meta prestabilita: colline appena accennate, residenze sontuose e stradine tortuose, cottages con tetti spioventi e piccoli giardini, villaggi rurali da cartolina …

Scan0001
Village Scene by Thomas Mackay (www.priorybroadway.com)

E ogni villaggio immancabilmente ha il suo pub, provvidenziale soprattutto in caso di pioggia (siamo in Inghilterra), ma anche no; uno dei più noti della zona è l’ Hand & Flowers, nella cittadina georgiana di Marlow, un raffinato e accogliente punto di ritrovo che offre anche un servizio di bed&breakfast.

Un pub che si rispetti, oltre alle famose birre che ci aspettiamo di trovare, propone in genere anche qualche piatto tipico ed ecco che, dopo tanti giri di parole, infine si concretizza la mia speranza: gustare  una colazione in perfetto english style.

INGREDIENTI per 4 persone:

  •  pane tostato
  •  4 uova di galline allevate all’aperto
  •  4 salsicce
  •  200 gr di pancetta affumicata a fette
  •  4 pomodori tipo perini
  •  4 funghi coltivati, tipo Portobello, e una noce di burro
  •  200 ml di brodo di pollo
  •  4 fette di black pudding (un insaccato a base di avena e sangue di maiale, simile al nostro sanguinaccio)
  •  aglio e timo
  •  olio e sale.

Per un ottimo risultato, è importante scegliere ingredienti di ottima qualità (come del resto in qualunque altra ricetta).

PREPARAZIONE:

  1. Le salsicce, il bacon e i pomodori.

 Nei più rinomati pubs della zona, spesso propongono le salsicce di Walter Rose & Son (www.walterroseandson.co.uk), una macelleria a conduzione familiare del Wiltshire che è diventata un’istituzione, ma anche un’ altra salsiccia, purchè di buona qualità e non troppo erborinata, può andar bene.

Inizia facendo dorare le salsicce in poco olio caldo per circa 10 minuti, finchè non diventano croccanti in superficie.

Intanto puoi scaldare sulla piastra il bacon, girandolo quando necessario e secondo il tuo gusto; a me la pancetta piace quando è croccante ma non troppo abbrustolita.

I pomodori richiedono invece circa 12 minuti. Dopo averli tagliati a metà per il lungo, eliminando le estremità, si cospargono con un pizzico di sale e si lasciano sulla piastra finchè non sono caramellati in superficie.

 2. I funghi e il black pudding.

Mentre le salsicce cuociono e pancetta e pomodori sono sulla piastra, puoi mettere a dorare i funghi in una padella a parte con la noce di burro. I britannici in genere usano funghi grandi tipo Portobello; io preferisco un misto con champignons e chiodini, che hanno comunque una bella consistenza carnosa e riesco a reperire più facilmente.

Una volta dorati, gira i funghi e falli stufare nel brodo di pollo con timo e aglio. Devono cuocere fino a quando il condimento non si riduce, per circa 10-15 minuti.

Per seguire alla lettera la ricetta tradizionale, a questo punto dovresti friggere le fette di sanguinaccio ( alte circa 1,5 cm ) nella stessa padella delle salsicce per 5 minuti al massimo, fino a che non è croccante su entrambi i lati.

Io non amo il sanguinaccio e ometto questa fase, ma in caso assicurati di usare un prodotto di prima qualità.

  1. Le uova e il pane tostato.

 Prima di procedere, metti tutto al caldo in forno a circa 110°  e scalda il pane nel tostapane.

Lascia sempre la cottura delle uova per ultima, perché non c’è niente di peggio di un tuorlo d’uovo stracotto!

IMG_6187 (2)
© Elena Palombo per La Casetta del Merlo

Le uova possono essere in camicia, strapazzate o fritte. Io le preferisco fritte in una padella antiaderente con un filo di olio d’oliva e le tolgo nel momento in cui l’albume è già cotto ma il tuorlo cola ancora.

E adesso puoi disporre tutto in un piatto piano con il pane tostato e accomodarti a tavola, dove potrai gustarti la tua Full English Breakfast perfetta, accompagnandola con una spremuta di arance fresche e un buon caffé.

Have a nice day!

Dedicated to Mrs Rosemary Soper, her grand daughter Maxine and their hen living in the back garden.

Elena, La Casetta del Merlo Agosto 2017

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: